VENERDI' 19 FEBBRAIO 2021

 

PERCHE’: perché l’informazione politica, che è importante per comprendere come viene gestita la “cosa pubblica”, è trascurata da molte persone?

 

RISPOSTA: L’informazione politica è necessaria perché gli italiani comprendano come viene gestita la “cosa pubblica”.

Molti italiani o perché troppo impegnati con il lavoro o perché “poco abituati” a informarsi, non trovano il tempo da dedicare all’informazione politica.

Questo è un grosso limite, perché la mancanza d’informazione comporta “il non sapere”. Il non sapere rende difficile comprendere come viene gestita la “cosa pubblica”, ma ha anche un altro grosso limite.

La poca informazione politica espone queste persone ad essere influenzate dalle “sirene”, cioè dai politici che riescono a manipolare chi ha poca conoscenza dei fatti; questi manipolatori, con “belle parole”, convincono di essere capaci, mentre molto spesso hanno “facilità di parola”, ma poco altro.

La gestione della “cosa pubblica”, che coinvolge tutti gli italiani, necessita di politici corretti, e anche molto capaci.

Sondaggio

Ti piace questo contenuto?

SI (8)
100%

NO (0)
0%

Voti totali: 8

 

 

MARTEDI' 23 FEBBRAIO 2021

 

PERCHE’: perché sembra che ci sia poca volontà da parte dei politici di spiegare agli italiani il modo con il quale governano lo Stato?

 

RISPOSTA: probabilmente questo comportamento deriva dal fatto che nel passato molti italiani erano poco istruiti; ora la situazione è cambiata, anche se è opportuno che l’informazione politica usi parole semplici, perché sia comprensibile a chiunque.

In particolare le parole o le frasi scritte in lingua straniera (inglese, …), obbligatoriamente dovrebbero riportare anche la traduzione in italiano, perché solo così si può essere sicuri che vengano comprese da tutti (c’è la volontà che molti italiani non possano comprenderne il significato?).

Non ci si può lamentare se una parte degli italiani ha poco interesse nei riguardi del sistema politico, se chi di competenza si trincera dietro una nebulosa informazione.

Per gli operatori politici ciò comporta una maggiore libertà di azione, ma per gli italiani c’è il pericolo di essere gabbati. La chiara, completa e imparziale informazione è fondamentale perché gli italiani comprendano come viene gestita la “cosa pubblica”.

Sondaggio

Ti piace questo contenuto?

SI (6)
100%

NO (0)
0%

Voti totali: 6

 

 

VENERDI' 26 FEBBRAIO 2021

 

PERCHE’: perché, per dare visibilità all’informazione politica, non viene concesso un tempo prefissato ai partiti per esporre il proprio pensiero?

 

RISPOSTA: l’informazione politica è indispensabile ai cittadini per comprendere esattamente come viene gestita la “cosa pubblica”.

Consideriamo l’attuale informazione politica:

  • la televisione pubblica, nei telegiornali, consente ai rappresentanti dei principali partiti di pronunciare poche parole che certamente non sono sufficienti per fornire l’informazione agli italiani;
  • le televisioni pubbliche e private trasmettono anche dei programmi nei quali vengono invitate alcune persone, politici e non, per discutere di argomenti vari. Sono trasmissioni nelle quali i partecipanti si “rubano” la parola e spesso scivolano nella “rissa”, a discapito dell’informazione. Anche queste trasmissioni non raggiungono l’obiettivo di fornire una sufficiente informazione;
  • le televisioni private potrebbero essere considerate non imparziali;
  • i giornali, essendo privati, pure potrebbero essere considerati non imparziali.

 

Gli italiani potrebbero essere informati male.

Pertanto potrebbe essere utile che ci fosse anche un’informazione politica rilasciata direttamente da chi la gestisce:

  • le televisioni pubbliche e private dovrebbero avere le stesse regole:

o   le notizie politiche, per i principali partiti, dovrebbero essere trasmesse con una durata proporzionata all’esito delle votazioni. L’ordine di trasmissione, tra i vari partiti, dovrebbe essere ruotato ogni giorno;

o   periodicamente (ad esempio una volta alla settimana), in un orario stabilito, i principali partiti dovrebbero avere un tempo definito per comunicare le proprie informazioni;

o   periodicamente (ad esempio una volta al mese), anche i partiti piccoli, i movimenti, …, che si sono prenotati, dovrebbero avere un tempo definito per comunicare le proprie informazioni;

o   le trasmissioni con politici, …, perché possano essere utili alla comunità, dovrebbero essere impostate anche con domande già comunicate ai partecipanti; ciò consentirebbe sia di predisporre le risposte, e sia di esporle senza le continue interruzioni che infastidiscono gli ascoltatori;

  • i giornali:

o   periodicamente (ad esempio una volta alla settimana) i principali partiti dovrebbero avere uno spazio stabilito per comunicare le proprie informazioni (giornali sia nazionali che locali);

o   periodicamente (ad esempio una volta al mese) anche i partiti piccoli, i movimenti, …, che si sono prenotati, dovrebbero avere uno spazio stabilito per comunicare le proprie informazioni (giornali sia nazionali che locali).

 

In questo modo gli italiani che desiderano essere informati sulla gestione politica, potrebbero conoscere il pensiero dei vari partiti politici

Sondaggio

Ti piace questo contenuto?

SI (6)
100%

NO (0)
0%

Voti totali: 6