Il percorso

Molte volte discutiamo tra conoscenti di argomenti che non ci soddisfano relativi alla politica e ad altri temi. Quando finiamo il confronto, ci lasciamo innervositi perché lo scambio d’idee ci fa ricordare i problemi, ma non ci aiuta a ottenere risultati pratici. Infatti:

  • si discutono i problemi, ma normalmente non si indicano le proposte concrete per la loro soluzione;
  • anche se i problemi trattati possono essere condivisi da moltissime persone, il dialogo è fine a se stesso perché è troppo circoscritto.

 

Per cercare di ovviare a tali situazioni, abbiamo realizzato il libro "Considerazioni - Una voce del popolo" e questo sito.

 

Tra i vari argomenti di attualità trattati, viene approfondito l’argomento “politica” che oggi è molto sentito.

 

 

Il popolo oggi si chiede: la democrazia è il potere – governo del popolo, ma è proprio il popolo che governa?

Dopo circa 2500 anni è arrivata l’ora di cambiare?

 

Le considerazioni scritte nel libro e riprese in questo sito indicano il percorso che ci ha consentito di suggerire la proposta di cambiamento.

 

  1. Il libro inizia il percorso:

indicando dei problemi e suggerendo delle proposte per la soluzione, il libro consente ai lettori anche di scrivere, negli spazi appositi, degli appunti per aggiungere proposte, considerazioni, …

 

  1. Il sito prosegue il percorso:

accedendo ad ARGOMENTI e a COMMENTI, consente di approfondire sia gli argomenti trattati nel libro e sia altri, nonché, anche utilizzando gli appunti anzidetti, la circolazione di idee concrete;

accedendo ad ARGOMENTI, consente di partecipare a "Sondaggi" per evidenziare la condivisione delle proposte segnalate.

 

  1. La conclusione del percorso.

Nel passato poche persone erano colte, perciò era abbastanza logico che il popolo affidasse la gestione politica a chi sapeva proporsi meglio. Ora il popolo è più informato e documentato rispetto al passato.

Nel passato la partecipazione diretta del popolo alla gestione politica sarebbe stata praticamente impossibile.

Ora il popolo deve pretendere che i mezzi moderni (Internet, …) siano utilizzati anche per coinvolgerlo nelle principali decisioni della gestione politica.

Poichè il libro tratta argomenti vari che non possono essere affrontati tutti assieme, abbiamo scelto le due considerazioni che ritenevamo più importanti e le abbiamo indicate nella "La proposta di cambiamento".

  

 

La proposta di cambiamento.

 

1. Il popolo, poiché tutti gli uomini possono diventare “lupus”, per evitare che l’”egoismo” danneggi la comunità, cioè ognuno di noi, per quanto possibile, dovrebbe riprendere “il controllo diretto della gestione pubblica”.

 

2. Il popolo dovrebbe pretendere che le principali decisioni, prese da coloro che guidano il Paese (da nominare con nuove regole), siano condivise dal popolo stesso.

  

Perchè il cambiamento possa avvenire le persone dovrebbero uscire dallo stato di indifferenza e di eccessiva accondiscendenza: nulla potrà cambiare se le persone continueranno ad assegnare ad altri la gestione completa del loro futuro.

 

MANIFESTA LA CONDIVISIONE A "LA PROPOSTA DI CAMBIAMENTO"

Per manifestare la condivisione,

andare nella homepage in SONDAGGIO