Capitolo 19: L'ITALIA (IL NORD E IL SUD)

A) Il libro

 
PROBLEMI PROPOSTE DI SOLUZIONE

1

Spesso si parla di Nord e di Sud Italia, come se fossero due entità contrapposte, addirittura da separare (secessione). L’Italia già com’è ha poca considerazione internazionale. Con la globalizzazione, se dovesse separarsi …

Se questi discorsi sono abbastanza condivisi, indicano però che non possono essere sottovalutati.

Esaminiamo alcune differenze:

  • normalmente il Nord è considerato più laborioso, più rispettoso delle regole, ...;

  • normalmente il Sud è considerato meno laborioso, meno rispettoso delle regole, ....

Perché il Sud ha queste differenze?

Quando gli abitanti del Sud vanno al Nord normalmente si trovano bene e spesso decidono di fermarsi, con soddisfazione per loro e per chi ha rapporti con loro.

Significa che:

  • non sono gli abitanti del Sud che creano le differenze;

  • ma è l’ambiente (il Sud) che favorisce le differenze.

Gli abitanti del Sud, quando sono nel sud, accettano delle situazioni che non gradiscono (non si sposterebbero al Nord se le gradissero), ma che tollerano perché nel Sud tutti si comportano in quel modo.

Gli abitanti del Sud, accettando queste situazioni per abitudine, non considerano sufficientemente quanto tali comportamenti danneggiano ognuno di loro.

Tali comportamenti danneggiano ognuno di loro perché:

  • i comportamenti scorretti nel lavoro causano disoccupazione. Pochi ne traggono beneficio e molti ne sono danneggiati (esempio: troppa inefficienza lavorativa e/o troppo assenteismo aziendale costringono le aziende a cessare l’attività);

  • l’inosservanza delle leggi crea disordine. Pochi ne traggono beneficio e molti ne sono danneggiati (esempio: non rispettare le segnalazioni dei semafori significa aumentare i rischi d’incidente; aumentare i rischi d’incidente significa aumentare i costi delle assicurazioni; aumentare i costi delle assicurazioni significa avere meno soldi in tasca);

  • si potrebbe continuare ancora, ma la situazione è chiara!

La popolazione del Sud deve capire che se vorrà riconquistare una vita normale, dovrà ritornare alla “normalità”.

Finché il Nord e il Sud Italia non saranno effettivamente uguali, l’Italia, dovendo gestire due realtà profondamente diverse le une dalle altre:

  • si troverà in una situazione di disagio nei rapporti internazionali, perché la potenzialità risulta ridotta;

  • si troverà con grossi problemi interni, perché il Nord, dovendo contribuire al sostentamento del Sud, si lamenterà;

  • si troverà con grossi problemi interni, perché il Sud, non utilizzando correttamente le maggiori risorse che gli vengono assegnate e non cercando di uscire dal sistema perverso che lo sta soffocando, continuerà ad essere sottosviluppato e perciò a vivere male.

Se la popolazione del Sud desidera effettivamente uscire dal sottosviluppo e dal vivere male, dovrebbe fare tesoro del proverbio: “Aiutati che il ciel ti aiuta”.

La popolazione del Sud dovrebbe dimostrare prima a se stessa e poi agli altri che:

  • è diventata più laboriosa:

  • l’inefficienza lavorativa e l’assenteismo da parte di alcune persone nelle attività private, che come detto possono portare alla cessazione delle attività ed alla mancanza di lavoro, costituiscono un grave danno per la comunità e costringono moltissime persone a cercare lavoro lontano dai luoghi d’origine. Chi si comporta scorrettamente nel lavoro dovrebbe essere punito. Questi comportamenti da parte dello Stato non dovrebbero essere avversati dalla popolazione, ma, comprese le motivazioni, dovrebbero essere sostenuti con il massimo impegno da tutta la popolazione benpensante;

  • l’inefficienza lavorativa e l’assenteismo da parte di alcune persone nelle attività pubbliche, che comportano un danno diretto a tutta la comunità e non solo a quella del sud, dovrebbero essere puniti in modo ancora più esemplare. Questi comportamenti da parte dello Stato non dovrebbero essere avversati dalla popolazione, ma comprese le motivazioni, dovrebbero essere sostenuti con il massimo impegno da tutta la popolazione benpensante;

  • è diventata rispettosa delle regole:

  • prima bisognerebbe spiegare chiaramente che le leggi sono fatte per assistere la popolazione (ad esempio le cinture di sicurezza: vi sono moltissimi studi che confermano che le cinture di sicurezza possono salvare la vita. Allo Stato teoricamente potrebbe non interessare se una persona muore in un incidente; ma allo Stato interessa se quella persona si ferisce gravemente, perché le spese necessarie per cercare di farla guarire le deve sostenere lo Stato. Chi non porta le cinture di sicurezza può provocare un danno a se stesso, ma può anche provocare un danno alla comunità, cioè a ognuno di noi);

  • poi bisognerebbe applicare delle leggi speciali (ad esempio per tutti coloro che eseguono un’infrazione con i veicoli a motore, ci dovrebbe essere l’obbligo della confisca del veicolo da parte dello Stato). Questi comportamenti da parte dello Stato non dovrebbero essere avversati dalla popolazione, ma, comprese le motivazioni, dovrebbero essere sostenuti con il massimo impegno da tutta la popolazione benpensante;

  • i giovani, che sono i più coinvolti dalle conseguenze del mal vivere, hanno compreso la situazione e perciò hanno accettato il rispetto delle regole, come normalmente le hanno accettate i loro coetanei che vivono al nord;

  • chi si comporta scorrettamente, in qualsiasi forma, viene disapprovato;

Per far comprendere alla popolazione del Sud che, prima di chiedere, è necessario dare, non bisognerebbe fornire al Sud alcun contributo straordinario, che potrebbe favorire il mantenimento della situazione attuale. Gli importi eventualmente già concordati dovrebbero essere accantonati e resi disponibili solo dopo un periodo prestabilito, verificata la volontà di reazione della popolazione. Questo comportamento da parte dello Stato non dovrebbe essere avversato dalla popolazione, ma, comprese le motivazioni, dovrebbe essere sostenuto con il massimo impegno da tutta la popolazione benpensante;

La ripresa del normale impegno lavorativo, il rispetto delle regole, ..., rilancerebbero le attività e, facendo rifiorire il piacere di vivere nel Sud, consentirebbero a molti di coloro che sono stati costretti ad abbandonare la loro terra per cercare lavoro altrove di rientrare nel luogo d’origine.

 

Sondaggio

Concordi con la proposta?

SI (50)
100%

NO (0)
0%

Voti totali: 50

B) Ulteriori approfondimenti

Contenuto in allestimento